venerdì 5 luglio 2013

La CRM e la Tigella con robiola all'erba cipollina, rucola e confettura di fragole


Carissime Amiche mie, non so voi ma io credo che la piadina e la tigella siano fra i prodotti che subito mi fanno pensare alla nostra Italia e mi fanno sentire orgogliosa di questa meraviglia di paese dai profumi i sapori e dalla grande fantasia negli ingredienti che abbiamo a disposizione.
La piadina e tigella a tavola fanno festa, si perché quando si ha voglia di mangiare un piatto veloce da preparare per poi gustarsi un bel film tranquilli tranquilli… piadine e tigelle fanno al caso nostro, anche quando si vuole preparare un antipasto sfizioso per i nostri amici e parenti oppure quando si fanno passeggiate in montagna o al mare o in campagna… insomma sono adatte a ogni occasione… e poi farcendole con diversi abbinamenti si gusta sempre qualcosa di nuovo e goloso.
Ma dire piadina o tigella vuol dire tutto o niente, CRM invece vuol dire proprio Piadina e Tigelle, la CRM infatti è un’azienda che ha creato tantissime varietà di piadine e tigelle, già ce n’è per tutti i gusti e per chi soffre di intolleranze e chi no, inoltre la CRM ha un occhio di riguardo per la salute e per il biologico, infatti ha molte linee accanto a quella tradizionale che portano avanti la salute accompagnata ad un’ottima dose di gusto. E poi c’è lei l’ultima nata la linea per celiaci.

Mi sono divertita a scoprire cosa vuol dire CRM ebbene sono le iniziali  Renzo Montagnani e Carla Rebecchi. Le lettere di cui è composto il logo si possono decifrare in questo modo: C. sta per Carla e Cristiano, R. per Renzo ed M. completa il tutto come Montagnani C.R.M.  da quarant'anni lavorano insieme per portare sulle nostre tavole prodotti che sanno di tradizione e amore per il territorio.

Cito dal loro sito “La piadina romagnola, la più classica delle specialità romagnole, ha origine come alimento povero dei contadini:costituita da un semplice impasto massoso, dava una maggiore sensazione di sazietà,e quindi trovava una valida alternativa al pane, se non addirittura al pasto principale. Nel corso degli anni la composizione dell'impasto è stata leggermente modificata, anche in base alle tradizioni e alla cultura di ogni città della Romagna, inserendosi nella cucina tradizionale Romagnola fra i prodotti tipici gastronomici e acquistando fama a livello internazionale.
Le piade sfogliate C.R.M. all'olio extravergine d'oliva risultano particolarmente delicate perché preparate con ingredienti naturali, vegetali. Gusto e leggerezza: un binomio perfetto che solo C.R.M. può offrirvi! Per chi ama le fragranze di antica tradizione, C.R.M. propone la piadina sfogliata allo strutto: - l'ideale per chi vuole ancora oggi gustare i sapori di una volta! Particolare attenzione deve essere posta sul processo di "sfogliatura" che rende unica la nostra piadina. infatti, durante il riscaldamento la piadina C.R.M., essendo fatta di vari strati, imprigiona aria fino ad arrivare al punto di gonfiarsi trasmettendoci così una sensazione di dinamicità. Inoltre la "sfogliatura" rende il nostro prodotto più leggero ed appetibile aumentando sensibilmente "il desiderio di consumo".
La Regina fra le rustiche specialità gastronomiche dell'appennino modenese, è la Crescentina, oggi comunemente chiamata Tigella. Essa rappresenta l'esempio di una consuetudine famigliare rimasta intatta nel tempo. Ciò che noi oggi conosciamo come la comune tigella, in realtà era in origine lo strumento con cui venivano cotte le Crescentina.




Oggi scopriamo e conosciamo la  Tigella all'olio ex.v.d'oliva è un prodotto tradizionale, temperatura ambiente. E' disponibile anche nella variante allo strutto e biologico. Costituisce un ottimo sostituto del pane a tavola ma è ideale anche fuori pasto. Genuine e fragranti, possono essere farcite sia con formaggi molli e salumi che con marmellate e nutella. Ottime con la tipica farcitura: con il pesto modenese. Onestamente la ricetta di oggi non è molto tradizionale ma l’unione di gusti e sapori a noi è davvero piaciuta… J






Altro protagonista di questo piatto è la robiola all’erba cipollina di Cascina Fontanacervo è fatta latte di alta qualità pastorizzato munto dalle loro mucche, caglio di vitello, sale, fermenti lattici e erba cipollina. Si conservazione per 45 giorni a 4°C viene confezionata in buste sottovuoto dal peso di 300 g circa ognuna.



E Ovviamente la mia confettura di fragole, trovate la ricetta QUI

Ed ora la ricetta J

INGREDIENTI
4 Tigella all'olio ex.v.d'oliva CRM
1
robiola all’erba cipollina di Cascina Fontanacervo
Rucola qb
Confettura di fragole, la mia  QUI
Olio evo qb


PROCEDIMENTO
Tagliare a metà le tigelle e scaldarle dal lato interno, nel frattempo lavare mondare ed asciugare la rucola, tagliare a fettine la robiola all’erba cipollina.
Su una metà della tigella spalmare la confettura di fragole, adagiare il formaggio e la rucola, sull’altro lato della tigella versare un filo di olio evo e posizionare il lato della tigella sulla rucola.
Volendo si può servire tagliata a metà o a quarti, semplice veloce e buonissima il risultato è un piacevole gusto agrodolce e ben bilnciato. J

NB la confettura di fragole non deve essere eccessivamente dolce altrimenti il contrasto diventa eccessivo.





12 commenti:

  1. Mi trovi d'accordo in tutto carissima Dona, le tue piadine sono spettacolari!!!!

    RispondiElimina
  2. complimenti!!! ma che buone e che voglia di assaggiarne subito una :) Bacio e buon fine settimana

    RispondiElimina
  3. Gustosissima farcitura, che fame!!!

    RispondiElimina
  4. La conosco questa marca, qui Roma la vendono ovunque e mi piace molto sopratutto per le tigelle!!!! Che bontà amica mia che hai creato!

    RispondiElimina
  5. particolare con la confettura, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Ti ringrazio molto per il tuo commento di oggi, mi fa piacere sapere di non essere la sola in questa situazione. Ma passiamo alla tua ricetta... se c'é una cosa che amo in assoluto della cucina italiana (a parte la pizza, la pasta, il caffé, il gelato... ups, in realtà amo praticamente tutto!!) é la piadina. Spesso viene in mio soccorso anche durante il pranzo a casa: buonissima e versatile. E questa idea di abbinarla alla marmellata di fragole mi piace molto. Mi piacciono questi contrasti in cucina. Complimenti ed un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono io che ringrazio te... ti mando un bacio GRANDE!! .... e grazie :)♥

      Elimina
  7. Ottime piadine e deliziosa farcitura!
    A presto

    RispondiElimina
  8. devono avere un gusto particolare, mai mangiato niente di simile!

    RispondiElimina
  9. le piadine sono fantastiche, io ne sono golosissima!

    RispondiElimina
  10. amica mia, dolcissima, passa da me, un piccolo dono ti aspetta!

    RispondiElimina
  11. ottimi consigli :)))
    cercherò questi prodotti, adoro la piadina!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Gli ultimi Appunti di cucina