giovedì 2 agosto 2012

Il mondo è meraviglioso

E' tutto il giorno che penso ad una frase che si dice generalmente quando ci si trova di fronte a situazioni che, per lo spirito e l'anima, sono orrende e incomprensibili: che mondo orrendo! Già perchè quando siamo di fronte ad emozioni che ci suscitano dolore, apparentemente sembra la cosa più logica e semplice da dire: Che mondo orrendo! Eppure questa frase non mi convince, mi stona, il mondo non è schifoso, nè tantomeno orrendo, il mondo è stupendo; esso è farcito con delle meraviglie tali da lasciarci senza fiato tanto sono mirabili la natura e le opere architettoniche costruite da noi uomini.
Differentemente si può dire di chi abita il mondo!
Ci sono persone laide, cattive, invereconde e queste mettono paura, creano delle grandi insicurezze a chi avvicina la vita con un sorriso e con la solarità che essa merita; fanno si che le persone siano scettiche con il loro prossimo e soprattutto metteno delle grandi ipoteche sulla fiducia che si può avere nei confronti di un estraneo che ti si avvicina per strada solo per chiedere un'informazione o peggio un'aiuto. Ma non è di loro che voglio parlare non se lo meritano e si parla fin troppo di tutte quelle persone che sono negative e godono della negatività che riescono a creare.
Io voglio parlare, al contrario, di tutti coloro che gioisco e affrontano la vita con il sorriso, prendendo le varie situazioni per quello che sono, che vivono senza costringere gli altri a subire le conseguenze delle proprie scelte di vita. Qualcuno potrebbe pensare che stia parlando di persone speciali, magari come i Santi o chi dedica la propria vita agli altri no, non è così. Mi spiace chi pensa questo è in totale errore. Io mi riferisco a quelle persone che ancora devono divenire degli adulti, a quelle piccole grandi persone senza i filtri per proteggersi dalla bruttura del mondo, senza paletti per difendersi.
Parlo di quelle persone, i bambini, che magari devono affrontare delle malattie  o una vita difficile, con situazioni apparentemente più grandi di loro. Eppure i bimbi hanno delle risorse infinite, sanno ridere pure se soffrono, continuano a giocare anche se sono stati operati, o se hanno avuto dei grandi dolori. I bambini amano la vita con tutto il cuore, hanno bisogni semplici, minimalisti. Eppure sono disarmanti.
Io conosco due bimbi, in particolare, che hanno stupefatto il mondo e tutti i loro abitanti, bimbi che devono fare i conti con visite mediche, che affrontano la loro vita per obiettivi con la gioia e la vitalità che solo chi soffre veramente sa donare a chi gli sta vicino. Questi bambini, mi hanno insegnato moltissimo, mi hanno insegnato ad affrontare gli accadimenti della vita che vorrei dimenticare, mi hanno insegnato a considerarli meno importanti di quello che penso, e sapete perchè ve lo sto dicendo? perchè vivo molto meglio, sono molto più felice da quando ho avuto la fortuna di conoscere queste due piccole meraviglie. Ma la cosa più sorprendente è che se questi bimbi sono così è,  tutto merito o come preferisco dire io, tutta responsabilità dei loro genitori, già perchè secondo me bisognerebbe prendere coscienza che la responsabilità non va interpellata solo quando si parla di cose brutte, ma anche e soprattutto quando si parla della gioia sconfinata ed infinita che si prova nel vedere un bambino educato ad affrontare il male con forza e consapevolezza, e questa è esclusivamente responsbilità dei loro genitori.
Ed proprio per questi bimbi e per i loro genitori che mi sento di affermare con grande fermezza che il mondo effettivamente non è orrendo, il mondo è meraviglioso!






2 commenti:

  1. sono senza parole grazie x quello che hai scritto non ho mai sentito parole più belle tvb

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, io penso che a volte le parole ci vengono "suggerite" da qualcosa di immensamente grande, e l'esempio positivo è il miglior suggerimento ;-)

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Gli ultimi Appunti di cucina